Tutto il resto è buio

Non sono un kinghiano della prima ora, né un conoscitore esperto della sua opera; in compenso sono un vero appassionato di It. Torno ripetutamente su questo romanzo, lo rileggo, lo sfoglio, ci sono pagine che conosco a memoria e altre che non ricordavo, eppure che aprendo a caso — dovremmo soffermarci anche su questo: aprire un libro a caso, scoprirne il fascino aleatorio, la bellezza di una scena non sottoposta alla trama — dicevo, pagine che aprendo a caso mi sorprendono e lanciano un bagliore.

[continua a leggere sul Tascabile]

(02/12/19)