Distruggere il mondo così com'è

Tempo fa un'amica mi ha prestato La deriva dei continenti di Russell Banks. Mi sono segnato le ultime righe (non è uno spoiler, per chi non l'avesse letto); ogni tanto ci ripenso e le metto anche qui per ripensarci ancora:

Gioia e lutto per la vita di altri, perfino vite del tutto inventate — anzi, soprattutto quelle — priverà il mondo di parte dell'ingordigia che gli occorre per continuare a essere sé stesso. Sabotaggio e sovversione, dunque, sono gli obiettivi di questo libro. Va', mio libro, e contribuisci a distruggere il mondo così com'è.

In ideale dialogo con questo, e in un certo senso anche con quest'altro; e soprattutto con quanto scriveva Ladislao Mittner dell'arte di Kafka:

non è soltanto, come può sembrare, una ripugnante deformazione della realtà: è anche, nei suoi momenti più alti e, in teoria, dovrebbe sempre essere, la distruzione di quella ripugnante menzogna che è la realtà.

(18/09/17)

Cookie

Questo sito utilizza cookie di navigazione. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa alcuni cookie anonimizzati indispensabili per una buona navigazione, ma nessun tipo di tracciamento per fini pubblicitari; continuando a navigare do per scontato che per te sia okay.

2017  Giorgio Fontana   globbers template joomla