Malinconia di sinistra

"Due miserie in un corpo solo": così Giorgio Gaber chiudeva Qualcuno era comunista — uno degli esempi più limpidi di rimpianto e malinconia per una sinistra che non c’è più, per un’epoca andata. Più in generale, un’ammissione di sconfitta. È questo sentimento che indaga Enzo Traverso nel suo ultimo saggio, intitolato appunto Malinconia di sinistra.

Recensendo il libro sul manifesto, Marco Bascetta partiva significativamente dalla morte di Fidel Castro: un evento simbolico che sembra ammainare una volta per tutte la bandiera rossa, che già aveva subito un colpo storico con la fine del blocco sovietico nel 1989.

In effetti, il crollo del Muro di Berlino fece cadere definitivamente dei regimi oppressivi; ma come ricordava Luciana Castellina in occasione del venticinquennale dell’evento, con esso caddero anche degli ideali di cui si erano nutrite intere generazioni: "l’89 è anche il tempo in cui per milioni di persone prende fine la speranza — e persino la voglia — di cambiare il mondo, quasi che il socialismo sovietico fosse stato il solo modello praticabile. E via via è finita passare anche l’idea che tutto il secolo impegnato a costruirlo anche da noi era stata vana perdita di tempo".

Oggi vediamo i frutti di questa sconfitta storica: il trionfo del mercato finanziario globalizzato, una diseguaglianza sociale acutissima, la diffusione di un populismo inferocito e razzista, e una moltiplicazione di altri muri (fisici ma non solo) che emarginano i meno fortunati.

Tuttavia, Traverso fa subito una precisazione: "la fine del comunismo ha troncato questa dialettica tra passato e futuro, e l’eclissi delle utopie che accompagna il nostro tempo «presentista» ha condotto la memoria marxista alla soglia dell’estinzione. […] Questo mutamento ha favorito la riscoperta di una visione malinconica della storia come ri-memorazione (Eingedenken) dei vinti — Walter Benjamin ne è stato l’interprete più profondo — che appartiene a una tradizione nascosta del marxismo".

[continua a leggere sul Tascabile]

(30/01/17)

Cookie

Questo sito utilizza cookie di navigazione. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa alcuni cookie anonimizzati indispensabili per una buona navigazione, ma nessun tipo di tracciamento per fini pubblicitari; continuando a navigare do per scontato che per te sia okay.

2017  Giorgio Fontana   globbers template joomla